Professioni HR: adetto paghe e contributi

Professioni HR: adetto paghe e contributi

L’addetto paghe e contributi è colui che si occupa di tutti gli aspetti legati alla retribuzione dei dipendenti in una azienda, come ad esempio il rilevamento delle presenze e l’elaborazione dei cedolini paga. Non solo, l’addetto paghe e contributivi occupa anche della gestione dei rapporti di lavoro che intercorrono tra azienda e dipendenti dal punto di vista contrattuale.

Mansioni e responsabilità

Nello specifico, l’addetto paghe e contributi è colui che prepara i contratti di lavoro e la documentazione ad essi connessi, oltre che dell’aggiornamento dell’archivio del personale. Tuttavia, come è facile intuire, le mansioni più comuni per un addetto paghe sono quelle strettamente legate alla compilazione dei cedolini paga, a partire dal monitoraggio delle presenze, dei permessi, delle ferie e delle assenze mensili dei dipendenti, con l’obiettivo di redigere una busta paga completa e corretta. Un’altra attività in capo all’addetto paghe e contributi  è l’invio delle comunicazioni obbligatorie agli enti preposti.

Competenze

Per poter svolgere al meglio queste mansioni, un addetto paghe e contributi deve necessariamente possedere le seguenti competenze:

Hard skills

  • Elaborare buste paga
  • Competenze di ragioneria
  • Conoscenza di software specifici per la gestione e amministrazione delle risorse umane (zucchetti, teamsystem…)
  • Conoscenza dei principali CCNL
  • Conoscenza delle attuali normative
  • Buon utilizzo del PC

Soft-skills

  • Precisione
  • Attenzione
  • Gestione del tempo.

Possibilità di carriera

Ci sono numerose prospettive di crescita per questa mansione. In particolare, dopo diversi anni di esperienza è possibile qualificarsi come esperto paghe e contributi o responsabile paghe e contributi.

Non solo, le prospettive di carriera per un addetto paghe e contributi possono portare a diventare consulenti del lavoro, cioè persone che forniscono assistenza ad aziende sugli argomenti in materia amministrativa e legale.

Lo stipendio di un addetto paghe

Per quanto riguarda lo stipendio di un addetto paghe, in media il guadagno si aggira intorno ai 25000€ annui lordi. Questo è un dato indicativo di riferimento per le figure con un elevato livello di esperienza.

Come si diventa addetti paghe e contributi?

Per poter iniziare a lavorare come addetto paghe, è consigliabile avere una formazione in ragioneria e delle competenze di natura amministrativa.  Tuttavia si possono anche acquisire delle competenze specifiche, frequentando corsi di specializzazione che permettono di formarsi a 360° sulla materia.

Corso di formazione JAC

Il corso ITS della Fondazione JobsAcademy di gestione delle risorse umane ha proprio come obbiettivo quello di fornire competenze specialistiche nel settore delle risorse umane.

Ha una durata di 2 anni per un totale di 2000 ore, 800 delle quali saranno svolte all’interno di aziende del settore, attraverso due periodi di stage, per dare la possibilità di buttarsi nel mondo del lavoro e mettere in pratica le competenze apprese.

Inoltre, al termine del percorso gli studenti hanno la possibilità di conseguire la laurea, frequentando una delle università partner, sia italiane che straniere, oppure avviare un progetto personale.

Vuoi diventare un recruiter professionista? Iscriviti al corso di gestione delle risorse umane di JobsAcademy e inizia ad amministrare i rapporti del personale di piccole e grandi aziende.

Team Talenti di JAC
Articolo di:Team Talenti di JAC